Wall investigation

The wall as a city backdrop

In Venice, the dividing line between land and water is a limit, and every project on the edge of the historical city is an image of those places: double places with two faces (like the wall), passing places bridging different dimensions.

I imagine the building of a wall, an elevated calle, a bridge, a space to fill, a door to cross, where the city can perhaps lean. So defined, the wall deforms itself, and draws a new scenario where designed figures place themselves by found-again others.

Versione italiana

A Venezia la linea di divisione tra terra e laguna è limite, ogni progetto ai «margini» della città storica è figura limite di quei luoghi; luoghi doppi, con due facce — il muro lo è per eccellenza (esterno-interno) — luoghi di passaggio, luoghi ponte tra dimensioni diverse.

Immagino così la costruzione di un muro, calle in quota, ponte, spazio da occupare, porta da attraversare, dove forse la città si appoggia; così precisato il muro decide di deformarsi e disegna un nuovo scenario dove figure progettate si collocano vicino ad altre ritrovate.

Project:M.R. Baragiotta