Salviati 2012

The second work for this Venetian firm is again building the stand for the Paris exhibition Maison&Objet. The project investigates, this time with new construction rules for new geometries, the possible uses of the Salviati’s ‘glass hook’.

The serial assembling of the elements builds a massive crystal wall, a body subject to gravity, yet floating over the wooden planking, explicit quotation of the matt and soft surfaces of the old Venetian floors. The program is stripped down and reduced: a glass wall that is an enclosure, and a rigorous exhibition diagram.

Versione italiana

Questo secondo lavoro per la dita Salviati è ancora la costruzione dello stand aziendale presso la fiera parigina Maison&Objet. Il progetto indaga, questa volta con nuove regole costruttive per nuove geometrie, i possibili usi del "gancio in vetro" Salviati.

Il montaggio seriale degli elementi si costruisce come un muro di cristallo dal volume massificato, un corpo soggetto a gravità, che però cela l'inganno della sospensione sul tavolato ligneo, citazione esplicita delle superfici opache e morbide dei vecchi pavimenti veneziani. Il programma è scarnificato e ridotto, un muro in vetro, che è recinto, e un rigoroso diagramma espositivo.

Extra info

Glass curtain installation
Glass curtain installation

Project and construction management

Location:Paris
Year:2012
Program:Exhibition stand
Client:Salviati
Project:M.R. Baragiotta, P. Traversin